Nicola Caporale  ( Niccolò di Calabria )
  Novelliere, romanziere neo-realista, poeta elegiaco, pittore bozzettista, macchiaiolo e impressionista.
 Home | Dati biografici | Biografia | Libri | Articoli | Recensioni | Quadri | Eventi | Foto personali
 Foto storiche |  La voce dell'autore | E-mail.
I giorni solitari (poesie), Lo Faro, Roma 1971
Autore Nicola Caporale
 


 


INDICE

Autunno 9
Sera 10
Mare 11
Al sole 12
Ombra serale 14
Invadere mi sento 15
Dietro i cancelli 16
Autunno 17
Neve di San Martino 18
Epifania 1955 19
Nebbia 20
Dio 21
Povera cosa è la vita 23
Addio 24
Lampare 24
Giambartolo 26
Notte serena 27
In morte di V. Ferraro 27
Strada antica 30
Se non mi ritroverai 31
Distacco 32
La mia terra 33
O le mie gambe 34
Guardo la terra 35
Torrente Vodà 36
Quanta neve 37
Notte 38
Sorelle 39
Giornata invernale 39
Albero solitario 40
Pioggerella sciroccale 41
Al cielo e al mare 42
Nel silenzio della scuola 43
In tua balia 44
Odo il mare 45
Ho spogliato una rosa 46
Marzo 47
A poco a poco 48
Rondini al volo 49
Fonte 50
Terra mia 51
Non sei più tu 52
Mare solingo 54
Di tra le stecche 56
Nel silenzio 56
Triste è sentire gli anni 57
Dolce paese 58
Mare 59
Mattino di sole 60
Non mi dite parole
Su la povera barca dell’’oblio
Non terrazze

Un filo di luce
Mi dispogliasti .
A volte penso
Stuzzica la lucerna
Sentirmi una volta leggero
Non ti lagnare .
Addio
Invano
La quiete ha fatto pace
Come respira la notte
Giugno
Siamo vissuti vicini
Dove mettiamo l’amore?
La mia frescura .
Ozio? Noia? Abulia?
Prima cicala
Anima mia
Tu hai guarito il lebbrosi
Piove
Autunno
Un verde labirinto
lo sono due gemelli
Che mi importa del mondo?
Vorrei
Un cesto
Come rosa la vita
Autunno in Calabria
Mare
Mare
Settembre Vendemmiale
Sosta su la sera
Bussa il vento .
Oasi di silenzio .
Mi pare il giorno
Parole
Chiaro lunare .
In treno passando per Latina
Non mi graffiare l’anima
Nel folto
Saranno le campane?
Il vento della sera
Nuvolaglia
Amo la giovinezza
Se non ti bacio
Anche la vita conserva
Già cade il sole
Una corda sottesa
Freschi petali
Si respira l’autunno
Mi fanno paura le stelle